Less is more

Proteste e rancore. Sembra che tutti facciano a gara ad abbaiare e sbranare.
Io invece vorrei utilizzare altri occhiali. E scorgere quanto siamo schiavi delle nostre creazioni.
Quanta colpa abbiamo nel mantenere e nutrire questo sistema che crea diseguaglianze sociali profonde?
Abbiamo mai provato davvero a vivere con meno oggetti?

Ad avere un impatto più sostenibile, anche solo nella nostra casa, non dico nel mondo! Ci siamo riempiti le esistenze di cose superflue e vizi, e lo stile adottato è alto. Siamo abituati a consumare. Così, appena vengono meno le entrate e la fortuna, non ce la facciamo più a sostenere il nostro livello di vita, che nella maggior parte dei casi è comunque decente e dignitoso.

Forse bisognerebbe abituarsi ad avere meno, a spendere meno, come i nostri nonni nel dopoguerra. A vivere più semplicemente. Riscoprendo il riuso, il riparare, il noleggiare. Non seguire le mode, guardare meno la televisione, usare meno i telefonini e i videogiochi, fumare e bere meno alcolici, staccarsi da internet. E uscire di più. Camminare. Scambiare qualche parola con gente nuova. Aprirsi a nuove esperienze. Uscire dalla propria città e guardarla dall’esterno, e vederne pregi e difetti. Osservare le stelle e pensare. In questi giorni c’è Orione, nel cielo. Se spegnessimo qualche luce, la vedremmo.

EB

Se un giorno d’inverno un videolettore

Sei pronto? Prendi il tuo smartphone. Abbassa la luminosità. Togli il volume della suoneria. Sia mai che qualcuno ti disturbi mentre leggi! Disconnettiti da tutto. Niente cinguettio. Niente uozzapp. Niente avvisi da faccialibro. Spegni la sveglia. Incrocia le gambe sul divano. Sciogli il muscolo del pollice, dovrà darsi da fare nei prossimi dieci minuti. Prendi il carica batterie e collegalo già. Se hai bisogno, ti attaccherai subito. Se vuoi un’esperienza unica, prendi l’auricolare: il libro ti darà anche quelle atmosfere che cerchi nella vita. Mettiti un cuscino vicino. In caso di abbiocco, parerai il cellulare ed eviterai un nuovo acquisto. Se lo schermo non risponde velocemente per voltare pagina, passa in modalità scorrimento laterale.  Sarà meno fico, ma utile! Metti un segno. Domani, nel metro, riprenderai da dove sei rimasto, una pagina più in là.

EB